?

Log in

/dev/null


ln -s /dev/null void

Recent Entries · Archive · Friends · Profile

* * *
BE+

It's not important if you feel stupid or if you feel smart
It doesn't matter if it's raining or it's sunny
It's not important if you have a boring wife or if you're an happy single
It doesn't matter if your job is frustating or if you've no job at all
Sometimes things seems to go wrong and wrong but it has not to be a concern

Just Be+

Be Positive

* * *
Siamo tutti borderline finchè non decidiamo da quale parte stare.
* * *
Creo.
In realtà sogno.
E' così che creo.
* * *
Sembra sia destino che le cose interessanti si materializzino proprio quando non le sto cercando

Dovrò probabilmente cambiare la mia scaletta di esami e cercare comunque di darne almeno 4; direi che mi conviene focalizzarmi in questo momento su marketing, marketing dei servizi, internet marketing e dovrei mettercene un altro vicino...vedremo

L'iPhone è una vera killer app. La strategia commerciale di Apple ancora non l'ho capita, ma somiglia a qualcosa che ho già visto

Il 'blocco' dell'iphone sulla SIM è qualcosa che, a mio avviso, è volutamente debole

Se a questo aggiungiamo che ci gira su Darwin ...

# uname -a
Darwin iPhone 9.0.0d1 Darwin Kernel Version 9.0.0d1: Wed Dec 12 00:16:00 PST 2007; root:xnu-933.0.0.211.obj~2/RELEASE_ARM_S5L8900XRB iPhone1,1 unknown

e che ti ci colleghi tranquillamente in ssh, si comprende come probabilmente la storia si stia ripetendo

Detto questo, esistono già molte applicazioni carine e un sistema di installazione a pacchetti semplice.

Il problema è che ci sono molte repository sparse, e aggiungerne tante ha i seguenti svantaggi :

- Impiega molto tempo a fare il refresh delle sources
- I pacchetti non sono categorizzati in maniera uniformata
- Molte repository hanno molti pacchetti di categorie diverse e ti costringono ad avere in lista mille cose inutili
- Non è semplice, nel caso di un ripristino completo dell'iphone, reinstallare tutto senza farlo repository per repository

Insomma per farla breve ho deciso di farmi una mia repository dove mettere solo le cose che reputo utili e lasciare fuori le schifezze :)

Ah, c'è da dire anche che lo spazio libero principale dell'iPhone non è dedicato alle applicazioni ma solo a dati ( mp3, video, foto... )

# df
Filesystem   512-blocks    Used    Avail Capacity  Mounted on
/dev/disk0s1     614400  591648    16608    97%    /
devfs                36      36        0   100%    /dev
/dev/disk0s2   15243984 2324472 12919512    15%    /private/var

e questo vuol dire che ottimizzare lo spazio è vitale

Con un poco di smanettamento si possono installare le applicazioni nella partizione 'grossa', rubando spazio agli MP3;

Ma considerate che 5 Mega consentono di installare anche più di 10 applicazioni :)
* * *
Il 7 marzo sono diventato ufficialmente un 34enne

Sono riuscito a passare tutti e 4 gli esami preparati per febbraio, e mi accingo a prepararne almeno altrettanti per maggio-luglio

Ho ricevuto un regalo di compleanno bellissimo ma che non è stato il regalo più bello

Il regalo più bello è stato l'avere intorno tanti amici che mi vogliono bene

Probabilmente l'esame di psicologia sociale mi servirà a capire che forse l'idea che ho dell'opinione degli altri su di me è sbagliata

Sono felice, nonostante tutte le difficoltà del momento

L'idea di tornare a studiare seriamente è forse l'idea migliore che mi è venuta negli ultimi mesi

Le idee cominciano comunque lentamente a tornare; un lavoro frustrante non solo ti deprime fisicamente e psicologicamente, ma soprattutto ti toglie la creatività, l'entusiasmo, la socialità

Per ottenere ciò che si desidera, è necessario lottare; ma è un dolce lottare :)

Inutile dire che avere accanto una donna come la Sbrì, facilita non poco il compito :D
* * *
* * *
( che ha dichiarato che le fa piacere se condivido questa cosa )

Sotto al cutCollapse )

...ahhhh....l'amour :)

Current Mood:
loved loved
* * *
Per 2 persone

300gr di zucchine
1/2 cipolla
125gr di ricotta fresca
1 uovo
10gr di grana grattugiato
sale
pepe
noce moscata

Lavare le zucchine e tagliarle a rondelle di circa mezzo centimetro
Sbucciare e lavare e affettare la cipolla
Mettere tutto in una pentolina con abbondante acqua salata al punto giusto
Lasciarle sbollentare per non più di 5 minuti ( come dice Artusi, dopo 5 minuti le zucchine tendono a lasciare troppe sostanze nutritive all'acqua )
Scolare il tutto, aggiungere 2 cucchiai di olio e far stufare piano fino a termine cottura
Prendere la ricotta e lavorarla fino a farla diventare una crema; aggiungere l'uovo e amalgamare bene
Aggiungere il sale,il pepe, il grana e la noce moscata
Appena le zucchine hanno terminato la cottura, passarle al mixer fino ad ottenerne una purea

Se non avete intenzione di consumare lo sformato nella prossima ora consiglierei di tenere in frigo la crema di ricotta,uova,grana e lasciare raffreddare le zucchine per poi eventualmente tenerle in frigo; se unite i due impasti quando le zucchine sono calde, l'uovo potrebbe cuocersi con il calore.

Se avete intenzione invece di mangiarlo nella prossima ora ( oppure dopo che avete tirato tutto fuori dal frigo ), unite la purea di zucchine con la crema di ricotta,uovo,grana

Preriscaldare il forno a 150°, imburrare ( o ungere di olio ) e infarinare una vaschettina di alluminio 13x11 ( o giù di lì, ma la dimensione in questo caso è importante altrimenti o lo sformato è troppo sottile, oppure per il troppo peso si 'schiaccia' ) e versare il composto

Fate cuocere per circa 40/45 minuti ( non vi preoccupate se fa una crosticina nera in qualche punto, è normale )

Fate intiepidire prima di servirlo, e accompagnate con una salsa di carote o di zucca

UPDATE : Tendenzialmente potete usare qualsiasi verdura/ortaggio al posto delle zucchine

Ho provato ieri con il carciofo e viene buonissimo; usate solo cuori di carciofo, levate tutte le punte e le barbe.

Lo sformato di carciofi e ricotta potete accompagnarlo con una salsa di gamberetti
* * *
(26 Novembre 2007)

Amore è stare svegli tutta la notte con un bambino malato. O con un adulto molto in salute.
( David Frost )

Amore è stare svegli tutta la notte con un bambino molto in salute. o con un adulto malato.
( Io )


F. è la persona con la quale divido l'appartamento, gli amici, il tempo libero, il letto, la cucina e sopratutto il bagno. Insomma tutto e forse anche qualcosina di più.

Ma dire la mia ragazza, la mia convivente, la mia amante, la mia amica speciale, la mia sposa sarebbe sbagliato, probabilmente riduttivo.

Preferisco pensare che F. sia la mia compagna in un progetto di vita comune. E che io sia il suo compagno, si intende.

Chi ha avuto la fortuna di conoscere F. sa che è una forza della natura, una locomotrice diesel che nessuno riesce a fermare una volta partita; ferma e decisa ma diplomatica al punto giusto, un leader carismatico che ancora non ha, a mio avviso, la giusta consapevolezza delle proprie potenzialità; una persona che piace istintivamente a tutti e che si fa voler bene.

Lunedì, non ricordo di preciso in che momento della giornata, sento delle tipiche e familiari espressioni colorite.

Il fatto che siano tipiche, familiari, e che occorrano solo in certe precise situazioni, ha fatto istantaneamente aprire davanti ai miei occhi una finestra. In alto la domanda "Cosa succede ?", e in basso 4 alternative contrassegnate con lettere dell'alfabeto.

A - Dimenticato la pillola : Preoccupazione lieve, niente di grave. Per come è fatta, F. se ne accorge sempre entro le 24 ore.
B - Rotto le calze : Preoccupazione lieve, ne ha sicuramente un paio di scorta. E avranno sicuramente qualcosina di diverso che le piacerà di meno.
C - "No, niente" : Nessuna preoccupazione. Ci ha ripensato. Questo capita abbastanza spesso e mi provoca una certa frustrazione. Come "No, niente ?", ora sono curioso!
D - "Ho 37.5. Ho la feeeeeeeeeeeeebbbbbbre" : Panico. Il periodo è quello. I sintomi sono quelli. Panico di nuovo.

Mi è rimasto solo un aiuto. Il 50 e 50. Aiuto!. Rimangono accese C e D. Accendo la D, è la mia risposta definitiva e per questa volta avrei preferito non vincere.

Ok. Stiamo calmi. Capisco che non è il caso di agitarsi per una semplice e banale influenza.

Ma con F. niente è mai banale. Ed in realtà, nemmeno mai semplice.

E' incredibile come un così piccolo 'coso' che nemmeno si riesce a vedere ad occhio nudo, possa provocare tali mutamenti nel nostro organismo;

e ancora più incredibile è come possa provocare in F. sintomi come :

- Febbre 'altamente' oscillante tra 37.5 e 39.5.

Nel corso della giornata, si sa, le oscillazioni di temperatura sono normali. E probabilmente se anche tutti gli altri malati si misurassero la febbre ogni ora, avrebbero anch'essi le loro belle oscillazioni continue.

- Dolori e fitte che farebbero pensare a cose molto più gravi.

Fortunatamente il centro del dolore cambia ogni giorno. Ora, o i suoi organi stanno cedendo ad uno ad uno ( ed io sarei un poco in difficoltà non essendo Dr.House ) oppure è sempre 'semplicemente' l'influenza con i suoi tipici dolori articolari e muscolari

- Deliri e visioni

Questo fenomeno si presenta solo superati i 39°, ed ha i suoi aspetti interessanti. Perchè se è vero che è un delirio o una visione, esso trae sempre spunto da sensazioni e sentimenti interni. Un poco come quando F. è leggermente brilla. Ma in quel caso, purtroppo, tende ad addormentarsi.

- Strani dolori ghiandolari e cose simili

Ma sembra che spray anti-infiammatori ad uso locale con contenuto di alcool che brucia maledettamente sulle tonsille, faccia stare meglio. Non perchè l'influenza stia passando. Ma perchè se brucia così tanto, qualcosa deve fare.

- Intolleranza verso determinate persone ed in particolare verso il medico di base.

Di solito tendo a difedere F., ma abbiamo già detto che quando ha l'influenza, non è più lei.

E io, mio malgrado, sono costretto a prendere le parti del medico.

Perchè io me lo immagino. Il medico. Nel suo piccolo appartamento uso studio di due locali più servizi, con il suo ingresso anonimo ed asettico, con il suo studio con lettino standard, scrivania, libreria ( con i soliti testi universitari ) e armadietto dei medicinali, con la sua sala d'aspetto strapiena di gente che quando tu entri chiedi "chi è l'ultimo ?", così devi stare attento solo ad una persona.

E dove ogni visita incomincia a durare 30 minuti. Perchè già non è facile ascoltare una persona quando si viene interrotti ogni 20 secondi dal telefono che squilla, figuriamoci fare una diagnosi.

Perchè ovviamente nella sala d'aspetto non ci sono persone che sono già a letto con la febbre. Quelle telefonano. E siamo a Novembre. Fa freddo. L'influenza gira.

E ce lo vedo il medico, poverino, a cercare di far capire che è solo influenza. Non serve un ricovero. E nemmeno un intervento. E nemmeno una visita a casa. E che nessuno sta morendo.

E che puntualmente si becca, da parte di F., un sonoro epiteto a sottolinearne la presunta incapacità professionale; a telefono abbassato, si intende.

Inutile dire che tutte le sue previsioni saranno precise ed esatte, ma chissà perchè F. rimane sempre convinta della sua incapacità. Il perchè poi non lo voglia cambiare, se non gli piace così tanto, non è dato sapere.

Comunque la settimana è passata, siamo vivi e pronti per nuove mirabolanti avventure.

In realtà avrei da dire ancora qualche cosa, ma ho un delle faccende da sbrigare e per il momento scappo.
* * *
Federica sorride. Sempre

e fa sorridere chiunque le sia vicino :D

( io questa donna me la sposo! )

* * *
Molto vivo :D

Scusate l'assenza :)

* * *
* * *

Previous · Next